Come differenziarti dai competitor

Giro, navigo, leggo, perdo tempo (si succede anche questo), mi distraggo, leggo, leggo e leggo. Leggo tante cose, guardo i blog, i siti, gli articoli, insomma navigo sul web praticamente tutto il giorno e ogni tanto mi imbatto in qualcosa che cattura maggiormente la mia attenzione. Successivamente a questo decido, a volte, di scrivere un articolo, esattamente come oggi. Oggi voglio parlarvi di un blog che mi è capitato di vedere in rete, un blog di cucina. Niente di nuovo, direte, ce ne sono migliaia in giro per il web. Si, vero, ma questo, questo era diverso da tutti gli altri. Perchè? Perchè utilizza uno strumento che scatena emozioni diverse da quelle scatenate da altri food blog. Cosa vuol dire? Il blog di cui parlo, è un blog formato solo ed esclusivamente dai cinemagraph. Ok, fermi, facciamo un passo indietro.

Cos’è un cinemagraph?

Ai primi Cinemagraphs che ho visto ho pensato…wow. Sono immagini? Sono video? Sembrano ferme e si muovono. Sono immagini digitali create sfruttando la tecnica della cinemagrafia. Sono immagini, dunque. Ma si muovono. E allora sono video. Nì. Sono, a dirla giusta, GIF.  Questo particolare strumento esiste già da qualche anno e la Nokia (ora microsoft) è stata tra le prime aziende a promuoverlo. Questo nuovo strumento non ha sicuramente avuto il boom sperato, dovuto probabilmente alla pigrizia delle persone, ma le aziende ne hanno apprezzato sicuramente il potenziale. Cinemagraph (chiamato anche motion photography) è un mix di video e fotografia che riesce praticamente a dar vita alle proprie foto.

Cosa porta con se un cinemagraph?

Sembra una cosa semplicissima: tutti vogliamo sentirci unirci ed essere riconosciuti come tali! Poi però se qualcuno ci chiede cosa ci differenzia dagli altri, ci prende l’ansia…. sapete rispondere alla semplice domanda cosa vi rende davvero unici rispetto ai vostri concorrenti? Essere unici si può! E’ già dentro il nostro DNA! Non esiste una persona uguale all’altra. Occorre solo scoprire la chiave per aprire questo immenso tesoro e renderlo visibile anche agli occhi degli altri e, nello specifico, dei nostri Clienti.

Come si differenzia questo blog, quindi, da quello dei suoi competitor? Non è il cinemagraph, in realtà, a fare la differenza in questo blog…è l’emozione che, in questo caso, il cinemagraph scatena a rendere unico il blog rispetto a quello dei concorrenti. Lo stupore, la sorpresa di guardare una preparazione in modo diverso da come si è abituati (non la si legge, non si guarda un video di realizzazione… si guardano immagini fisse con il particolare rilevante per la realizzazione della ricetta che è  in movimento), l’unicità di rappresentare un concetto con una tecnologia diversa dal solito. Un esempio?

Grattuggiare la scorza di un arancia… senza dirtelo, te lo mostro cosi:

 

La potenza delle Emozioni nel (web) marketing

 

Nel momento in cui noi vediamo o leggiamo un contenuto che ci ‘illumina’, vogliamo subito condividerlo con gli altri per donare anche a loro un pizzico di quell’energia ed effervescenza che abbiamo provato. Ogni dono porta con sé lo spirito del donatore. E quando clicchiamo su “Mi Piace” o lasciamo un commento su un’immagine, un video o un contenuto, noi inviamo a nostra volta una sorta di dono a chi l’ha condiviso. Il dono della condivisione contribuisce ad uno scambio di energia che amplifica il nostro senso di piacere e soddisfazione, ed è una cosa che ci viene da fare in modo innato. (Google’s Abigail Posner)

 

Le emozioni (come la paura, la rabbia, la sopresa, la felicità, il disgusto)  sono talmente primitive che ci viene naturale prestarvi attenzione, spesso con inaspettati e sorprendenti risultati. Quando condividiamo qualcosa non stiamo solo condividendo un oggetto, stiamo condividendo l’emozione che quel qualcosa ha creato.

Dietro ogni scelta c’è un’emozione!

Quando ti stai chiedendo come rendere più persuasiva la tua offerta online, non sottovalutare mai il ruolo importantissimo giocato dalle emozioni del tuo utente e dal loro innescarsi durante tutto l’arco del processo decisionale (se vuoi saperne di più, contattami) . Per quanto ci riteniamo esseri razionali le emozioni sono l’elemento che maggiormente influisce sulle nostre decisioni.

La stessa proposta, la stessa affermazione, la stessa offerta possono essere interpretate in modo radicalmente diverso a seconda delle emozioni che proviamo nel dato momento in cui ci vengono poste.